´╗┐ PPD Monte Carasso - I Popolari Democratici - PPDiamoci una mano

Passato presente e domani, in servizio per l’avvenire

Costruire, significa collaborare con la terra, imprimere il segno dell’uomo su un paesaggio che ne resterà modificato per sempre; contribuire inoltre a quella lenta trasformazione che è la vita stessa delle città.(p. 120)


In chiave moderna e funzionale il “Progetto Monte Carasso” ha ridisegnato, nobilitandolo, l’impianto urbanistico del comune e ha promosso la qualità degli insediamenti. Emblema di questo processo è il recupero esemplare dell’antico convento delle Agostiniane.

Ogni pietra rappresentava il singolare conglomerato d’una volontà, d’una memoria, a volte d’una sfida. Ogni edificio sorgeva sulla pianta d’un sogno. (p. 122)

Si tratta di un’opera, resa possibile dalla collaborazione trentennale con l’architetto Luigi Snozzi e ampiamente riconosciuta a livello internazionale, che il nostro partito ha fortemente voluto malgrado le numerose resistenze.
Oggi la nuova “Casa delle Società” arricchisce il centro monumentale, il cuore pulsante della vita associativa, premessa irrinunciabile per la promozione dell’incontro, e quindi dell’integrazione di tutti i cittadini che rafforza la coesione sociale, il senso di appartenenza e di sicurezza.
Noi continueremo a prestare particolare attenzione ai progetti che coinvolgono i giovani, protagonisti di domani.

Ho ricostruito molto: e ricostruire significa collaborare con il tempo nel suo aspetto di “passato”, coglierne lo spirito o modificarlo, protenderlo, quasi, verso un più lungo avvenire; significa scoprire sotto le pietre il segreto delle sorgenti. (p. 121-122)

La collina e la montagna sono il serbatoio verde del comune, pregiata meta turistica e  luogo ideale di svago: faremo di tutto per mantenerli vivi e valorizzarli.
Prolungheremo altresì i nostri sforzi per garantire un costante approvvigionamento idrico anche in estate, impostando un discorso di collaborazione regionale per migliorare l’efficienza della rete di distribuzione.

 

Vi ritrovavo un poco l’atmosfera, l’eccitazione dei cantieri navali; un bastimento in disarmo tornava in servizio per l’avvenire. (p. 150)

 

Rispettosi dell’ambiente, promuoviamo il risparmio energetico e sosteniamo un traffico lento e pulito che possa garantire una mobilità a misura d’uomo: l’introduzione del limite di velocità in paese a 30 km/h sarà forse l’inizio di un nuovo stile di vita?

Citazioni tratte da “Memorie di Adriano” di Marguerite Yuorcenar