Programma per la legislatura 2008 - 2012

1    Amministrazione (aggregazione, gestione demanio, sport, cultura tempo libero, turismo, ricreazione)

  • attenzione verso i progetti di collaborazione – aggregazione nel comprensorio che comunque migliorino la qualità del servizio e non riducano eccessivamente la partecipazione del cittadino alla vita democratica delle istituzioni
  • amministrazione efficiente, efficace, parsimoniosa, non burocratica ma al servizio del cittadino
  • attenzione verso i servizi al cittadino e alle infrastrutture a disposizione della popolazione
  • migliorare e promuovere l’informazione
  • sostenere le attività sportive e culturali, in particolare nei confronti dei giovani
  • sostenere e promuovere le attività sociali del tempo libero e ricreative quale strumento centrale per un politica efficace di rafforzamento dell’identità e d’integrazione
  • consolidamento del potenziale turistico riferito in particolare alle risorse del territorio e delle presenze ambientali, storiche, architettoniche e sostegno delle iniziative che promuovono la loro fruizione in un’ottica di sviluppo sostenibile
  • migliorare la gestione e la manutenzione del demanio (immobili e strade comunali)

2    Finanze

  • oculatezza e parsimonia 
  • ambire all’equilibrio finanziario e ad una fiscalità contenuta senza comunque compromettere i progetti e le legittime aspirazioni della popolazione
  • potenziare forme di ridistribuzione delle risorse eccedenti in forme originali, oltre alla classica forma del moltiplicatore, che tengano conto delle esigenze della famiglia, dell’anziano, del giovane…

3    Socialità e sanità

  • qualità di vita 
  • attenzione alle politiche e ai progetti che coinvolgono i giovani
  • sostegno dei servizi a domicilio e delle iniziative di volontariato per promuovere la dignità dell’anziano
  • sostegno di forme complementari di aiuto soggettivo oltre a quelle messe in atto dal cantone
  • promovimento della “Casa delle società” per favorire la vita associativa, l’incontro, l’integrazione e la coesione sociale

4    Istruzione e educazione

  • bonus educativi
  • doposcuola ludico e sociale
  • sostegno alle società
  • adattamento e consolidamento delle strutture scolastiche ai nuovi bisogni (vedi scuola materna e scuole elementari)

5   Pianificazione e protezione del territorio

  • consapevolezza delle valenze storiche, ambientali e architettoniche del territorio, predisposizione di una pianificazione attenta a queste valenze, attuazione di progetti concreti in sintonia con le scelte fatte (cura e restauro monumenti, consolidamento di norme edilizie che promuovono la qualità degli insediamenti, messa in atto del piano di gestione del bosco e del paesaggio)
  • valorizzazione del territorio fuori dalla zona edificabile come grande parco ambientale, naturalistico e di svago per la popolazione
  • nella consapevolezza dei limiti del nostro territorio, attuare tutte le misure che favoriscono l’insediamento delle attività di produzione di beni e di servizi compatibili con l’abitare
  • misure adeguate per garantire sicuro e costante approvvigionamento idrico anche in estate, impostando un discorso di collaborazione regionale
  • miglioramento del servizio di raccolta rifiuti alfine di renderlo più efficace 
  • promovimento del risparmio energetico in riferimento agli stabili comunali ed all’illuminazione pubblica
  • misure attive di sostegno per chi costruisce o riatta stabili con criteri rispettosi dell’ambiente

6   Traffico e servizi pubblici

  • misure ragionevoli ma efficaci a protezione del concetto di carattere pedonale delle strade comunali (introduzione della zona 30 Km/h)
  • promozione e sostegno di un concetto di traffico pubblico e privato, del traffico lento in un’ottica regionale (vedi la nuova passerella ciclabile/pedonale di collegamento tra Monte Carasso e Bellinzona)
  • mantenimento della struttura attuale dell’assetto viario e il carattere pedonale dello stesso per non accrescere le molestie
  • misure attive per aumentare la sicurezza e ridurre l’impatto ambientale della strada cantonale (semaforo sulla strada cantonale e nuovi passaggi pedonali)

7 Sicurezza

  • valutazione critica dell’adesione al concetto di polizia di prossimità per evitare la creazione di “mille polizie locali ” ed eventualmente razionalizzare l’uso delle risorse umane
  • piena consapevolezza del ruolo attivo del cittadino (comportamento individuale, collaborazione, senso di appartenenza) per garantire un’efficace protezione della popolazione